VigentinoToday

Botte e rapina all'Esselunga all'ora di pranzo: ladro ruba il cibo, poi picchia i due vigilantes

Arrestato il rapinatore, un italiano di sessantatré anni. Ha aggredito a pugni i due vigilantes

Prima il furto. Poi, le botte e il tentativo di fuga, fallito. Un uomo di sessantatré anni, un cittadino italiano senza nessun vecchio problema con la giustizia, è stato arrestato martedì mattina dai carabinieri con l'accusa di rapina. 

Verso le 13, stando a quanto ricostruito dai militari, il 63enne è entrato nell'Esselunga di Ripamonti e, dopo un veloce giro tra le corsie, ha cercato di uscire dal supermercato senza pagare 200 euro di alimenti.

Dopo essere stato scoperto, il ladro ha immediatamente aggredito i due addetti alla sicurezza - un 24enne e un 34enne -, colpendoli con un pugno e spintonandoli a terra, nel tentativo di scappare.

La sua fuga, però, è durata molto poco: gli stessi vigilantes li hanno bloccati e hanno poi allertato i carabinieri. Per l'uomo a quel punto sono scattate le manette. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Assalto al portavalori in autostrada A1: inferno di fuoco a San Zenone

  • Smog, livelli di pm10 ancora alti: blocco totale delle auto a Milano domenica 2 febbraio

  • Milano, incubo per una 12enne sull'autobus: uomo la palpeggia a lungo sulla 91, arrestato

  • Coronavirus, tre donne cinesi con la febbre visitate al Sacco. Salta il Capodanno cinese

  • Margherita, Capricciosa e droga: arrestato titolare di una pizzeria, spacciava nel locale

Torna su
MilanoToday è in caricamento