VigentinoToday

Nessun ufficio (neanche per i direttori) né telefono: ecco la nuova sede di Fastweb

L'edificio si chiama Nexxt e si trova in zona Ripamonti a Milano, ospiterà 1.400 dipendenti

Nessun ufficio e nessun telefono fisso, solo open space e postazioni prenotabili tramite applicazione. Sono i tratti distintivi di Nexxt, il nuovo quartier generale di Fasteweb di piazza Olivetti a Milano (zona Ripamonti) inaugurato nella giornata di venerdì 13 dicembre.

"Abbiamo creato uno spazio in grado di abilitare modelli di lavoro sempre più smart tenendo costantemente a mente il tema della sostenibilità — ha dichiarato l’amministratore delegato Alberto Calcagno — . Grazie alle più moderne tecnologie digitali abbiamo dato vita a uno spazio aperto, dinamico e altamente innovativo, che favorisce la collaborazione, l’interazione e un lavoro sempre più agile".

"La presenza di Nexxt si inserisce perfettamente nel percorso di trasformazione che Milano sta facendo nel segno dell'innovazione urbana, contribuendo alla riqualificazione del quartiere a sud dello Scalo di Porta Romana insieme a Fondazione Prada e al campus Sanaa della Bocconi — ha dichiarato il primo cittadini di Milano Beppe Sala —. Milano sta cambiando pelle puntando sempre più sulla tecnologia e guarda al futuro seguendo linee guida chiare e precise: nuovi sviluppi urbanistici, sistemi di mobilità sempre più efficienti e maggiore sostenibilità".

Come è fatta la nuova sede di Fastweb

L’edificio ha una superficie complessiva di oltre 18mila metri quadri e sarà in grado di ospitare 1.400 persone. All'interno non ci sono non ci sono postazioni fisse ma aree aperte di condivisione dove tutti i dipendenti, direttori compresi, possono scegliere dove e con chi lavorare prenotando la propria postazione tramite cellulare con una applicazione interna sviluppata dalla società. Ad ogni piano si trovano inoltre "focus room" per concentrarsi, "phone booth" per telefonare, numerose sale riunioni, aree break per gli incontri informali, oltre a salottini, chaise longue e poltroncine.

La filosofia del lavoro smart ha introdotto anche altri elementi innovativi: sono infatti scomparsi i telefoni fissi e sono stati introdotti strumenti per garantire un uso esteso delle videoconferenze e per facilitare il lavoro da remoto tramite l’integrazione delle piattaforme. Ma non solo, ci sono anche spazi spogliatoio con docce che facilitano le attività sportive che i dipendenti possono svolgere in pausa pranzo, prima o dopo il lavoro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche dal punto di vista impiantistico la nuova sede presenta importanti elementi di innovazione e di sostenibilità. Gli ambienti sono dotati infatti di un impianto intelligente di illuminazione che, grazie a speciali sensori, attiva l'accensione delle luci solo al rilevamento di movimento e della presenza di persone nelle sale riunioni così come nelle aree comuni, consentendo così di ridurre i consumi e l’impatto energetico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • Scuola e Coronavirus: "Incalzata, la ministra Azzolina ha abbandonato la chat. Surreale"

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, a Milano continuano a crescere i contagi. Oltre 9mila morti in tutta la Regione

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Coronavirus, 99 malati in più a Milano nelle ultime 24 ore. «Serve ultimo sforzo»

Torna su
MilanoToday è in caricamento