VigentinoToday

"Milano non è Roma, i rifiuti non si raccolgono così": è scontro tra palazzo Marino e Aler

Granelli duro sul "caso Gratosoglio": "La regione mantenga gli impegni". Le sue parole

I rifiuti a Gratosoglio

Esplode il "caso Gratosoglio" a Milano, quartiere che da tempo fa i conti con una raccolta rifiuti evidentemente inadeguata. L'ultimo capitolo della storia lo ha scritto Marco Granelli, assessore alla mobilità e ambiente di palazzo Marino, che ha commentato l'arrivo - per lui non sufficiente - di ventidue nuovi cassonetti posizionati in strada in via Costantino Baroni

"È un piccolo passo avanti - le parole di Granelli - ma Aler è troppo lenta e non ha potenziato il servizio di raccolta interno. Posizionati solo i primi 20 dei 45 cassonetti provvisori per la raccolta rifiuti all'interno del quartiere Aler. Ancora pochi, Aler non ha definito ancora le altre localizzazioni. Giovedì 1 Agosto c'è stato un incontro tecnico convocato dal Comune di Milano area ambiente con Aler e Amsa. Il Comune - ha spiegato l'assessore - ha sollecitato Aler a definire le altre località e a intensificare la raccolta interna. È poi necessario che Aler definisca le strutture definitive di raccolta rifiuti interne". 

E ancora: secondo Granelli i cassonetti non vanno bene "perché non siamo a Roma e qui la raccolta non si fa con i cassonetti in strada. È un anno che attendiamo e non si può ancora aspettare. In tutta Milano il sistema porta a porta funziona, bisogna che Aler si organizzi e faccia funzionare anche a Gratosoglio", l'attacco dell'inquilino di palazzo Marino. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Comune e Amsa sono in campo per aiutare e supplire nell'immediato, per ridurre il disagio ai cittadini, ma non si può continuare così. Il comune verificherà con Amsa gli impegni di Aler nei prossimi giorni. L'assessore regionale Bolognini mantenga gli impegni presi in quartiere un mese fa - ha concluso Granelli -, i cittadini dei quartieri Aler non sono di serie B".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Coronavirus, l'allarme dei medici di Milano: "Prepararsi a stagione influenzale o sarà crisi"

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Coronavirus, nuovo decreto su mascherine, discoteche e voli: che cosa (non) cambia dal 14 luglio

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

Torna su
MilanoToday è in caricamento